Cabinet vuole cambiare il sistema di indennità di affitto: “aiutare gli inquilini è buono, questa proposta non è”

“Volendo aiutare gli inquilini è buono, questa proposta non è. Questa è la reazione del gruppo PvdA nel Consiglio comunale di Groningen alla proposta del governo di attuare un importante cambiamento nel sistema di indennità di affitto.

Se spetta al Gabinetto, il supplemento in futuro non dipenderà più dall’importo dell’affitto, ma solo dal reddito. Questa proposta consente anche alle persone con redditi bassi e affitti elevati nel settore libero di ricevere un’indennità di affitto. Inoltre, i piani includono circa un milione di famiglie, che ora ricevono i benefici dell’affitto, in anticipo. Allo stesso tempo, un gruppo di circa 300.000 famiglie nel settore sociale nel paese si sta deteriorando.

Il prezzo massimo di affitto scompare
Le persone che vogliono richiedere l’indennità di affitto ora devono soddisfare due condizioni. L’affitto non dovrebbe superare 763,74 euro al mese e il reddito non dovrebbe superare il limite di 24.000 euro all’anno per le persone singole, il limite è di 30.000 euro per le famiglie multi-persona. Se viene adottata la proposta del Gabinetto, l’affitto massimo scomparirà.

Julian Bushoff (PvdA): “questo non aiuterà gli inquilini”
“Se il governo vuole aiutare gli inquilini, allora è molto nobile”, afferma il presidente del gruppo Julian Bushoff del PvdA. “Tuttavia, questa proposta, che è ora sul tavolo, non aiuta gli inquilini. Prima di tutto. In tempi in cui il potere d’acquisto e i mezzi di sussistenza di molte persone sono sotto pressione, 300.000 persone, e secondo il VNG forse fino a 700.000 inquilini, si stanno deteriorando con questo disegno di legge. Lo riteniamo inaccettabile. In secondo luogo, l’indennità di affitto, che riceverete in seguito nel settore Libero, va linea recta a huisjesmelkers. Se non si regolano gli affitti nel settore Libero, allo stesso tempo, e legalmente ridurli, gli affitti aumenteranno e gli unici vincitori saranno i mungitori cottage.”

“Regolare il settore del noleggio gratuito”
“Terzo. A nostro avviso, una proposta migliore sarebbe quella di ridurre gli affitti e regolamentare completamente il settore del noleggio gratuito. E misure mirate di sostegno al reddito per le persone che se la cavano più duramente. Inoltre, a lungo termine, consentendo alle società di avere un affitto molto più sociale, ma anche un affitto medio, costruito.”

Migliaia di famiglie riceveranno meno affitto
Il gruppo PvdA non è l’unico partito che ha problemi con i piani del Gabinetto. L’associazione housing, VNG e Aedes temono che mezzo milione a circa 700.000 famiglie riceveranno meno indennità di affitto. ” Questa differenza può variare da pochi euro a cento euro al mese”, afferma Marcel Trip, portavoce dell’Associazione Housing. “Si tratta di inquilini che vengono a vivere in una casa in affitto sociale, con un affitto superiore a 550 euro. Meno indennità di affitto rende solo più difficile per loro di sbarcare il lunario in tempi di aumento dei costi della vita. L’indennità di affitto è lo strumento con cui il governo nazionale si assume la responsabilità di alloggi a prezzi accessibili. L’introduzione di canoni di locazione standard mette questo sotto forte pressione.”

Il prezzo del sistema più semplice viene ora messo agli inquilini
“L’indennità di affitto è generalmente considerata una misura ben funzionante ed efficace. La proposta sembra essere motivata principalmente dalla volontà, nel contesto della discussione sulla maggiorazione, di abolire l’indennità di affitto a lungo termine. Questo non dovrebbe essere un obiettivo in sé. Il prezzo per un sistema più semplice è ora pagato dagli inquilini, dalle associazioni abitative e dai comuni. L’indennità di affitto dovrebbe essere semplicemente stabilita in base all’affitto effettivo del residente.”

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.